ZOOMARK 2019

Più di 60 milioni di animali d’affezione in Italia. Circa 30 milioni di pesci, 12,8 milioni di uccelli, 7,3 milioni di gatti, 7 milioni di cani, 1,8 milioni di piccoli mammiferi, 1,3 milioni di rettili e un mercato che vale oltre 2 miliardi di euro.

Sono le cifre che emergono dalla XII° edizione del Rapporto Assalco – Zoomark, compendio annuale sul mondo dei pet, presentato oggi in occasione dell’inaugurazione di Zoomark International 2019 - il Salone internazionale b2b dei prodotti e delle attrezzature per gli animali da compagnia organizzato da BolognaFiere - che fino al 9 maggio sarà ospitato presso il quartiere fieristico di Bologna.

Il Rapporto è curato da Assalco (Associazione Nazionale tra le Imprese per l’Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia) per Zoomark International, con il contributo di IRI Information Resources, della società di ricerche di mercato Doxa e dell’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI).

 

ALIMENTAZIONE CANI E GATTI. IL MERCATO CRESCE PIÙ DEL LARGO CONSUMO CONFEZIONATO

Il mercato dei prodotti per l’alimentazione dei cani e dei gatti nel 2018 ha sviluppato un giro d’affari di 2.082 milioni di euro[1], in crescita a valore del 1,5% rispetto all’anno precedente, con un tasso di sviluppo superiore a quello del largo consumo confezionato (+0,1% nel 2018). Il mercato degli alimenti per gatto rappresenta il 52,3% del totale mercato e vale 1.089 milioni di euro, mentre quello degli alimenti per cane 993 milioni di euro. 565.136 le tonnellate vendute in totale (-1,2% rispetto all’anno precedente), con un acquirente che - per quanto riguarda la composizione del carrello - si orienta sempre più verso prodotti premium e formati più piccoli.

Considerando il periodo 2015-2018, il mercato si è sviluppato con un tasso di crescita annuo composto pari a +2,7% a valore (+1,2% il tasso del Largo Consumo Confezionato).

 

SEGMENTI: SU IL SECCO E GLI SNACK

Rapporto Assalco - Zoomark 2019Tutti i principali segmenti (umido, secco, snack & treat) degli alimenti per cani e gatti registrano trend a valore positivi o in linea con l’anno passato. Il segmento degli alimenti umidi, con un fatturato in linea con quello dello scorso anno, è sempre il più importante (vale il 48,1% sul totale del mercato). Cresce, invece, del 2,5% il fatturato degli alimenti secchi per un totale di circa 900 milioni di euro.

Gli snack funzionali e fuoripasto (spuntini con obiettivi funzionali, ad esempio per favorire l’igiene orale) continuano a mostrare dinamiche positive (+5,4% a valore).

 

 

ALIMENTI PER ALTRI ANIMALI DA COMPAGNIA: UCCELLI E RODITORI I SEGMENTI PRINCIPALI

Il mercato degli alimenti per altri animali da compagnia registra in GDO un fatturato di circa 13,4 milioni di euro, confermando il trend di flessione già registrato negli ultimi anni. Uccelli (37,8%) e roditori (29,8%) i segmenti principali. Seguono gli alimenti per le tartarughe (15%) e per i pesci (16,9%).

ACCESSORI: BENE LETTIERE E ANTIPARASSITARI

Il mercato degli accessori per la cura e la gestione quotidiana (prodotti per l’igiene, giochi, guinzagli, cucce, ciotole, voliere, acquari, tartarughiere e utensileria varia), che vale circa 71,3 milioni di euro, nel 2018 ha registrato una stabilità delle vendite a volume e una leggera flessione del fatturato del 1,2%. Particolarmente rilevante la crescita degli antiparassitari (+5,9% a valore vs 2017).

Le lettiere per gatto, rilevate a parte, nel 2018 registrano un volume d’affari di 72,3 milioni di euro, in crescita del +6,2% rispetto all’anno precedente.

Gianmarco Ferrari, Presidente di Assalco, così ha commentato: “Anche per il 2018 prosegue l’andamento positivo. Il mercato del pet food e degli accessori per gli animali d’affezione ha saputo farsi interprete, con un’offerta adeguata, delle esigenze dei pet e degli acquirenti, sempre più attenti e responsabili quando si tratta di prendersi cura dei propri animali da compagnia. In materia di nutrizione, scelgono di affidarsi al pet food industriale - pratico e sicuro – capace di garantire un’alimentazione bilanciata e completa. Allo stesso modo, per quel che riguarda gli accessori per la cura e la gestione quotidiana, prediligono prodotti innovativi”.

Gianpiero Calzolari, Presidente BolognaFiere, ha commentato “Abbiamo assistito, attraverso Zoomark International all’evoluzione del mercato dei prodotti e servizi per i pet e alla sua crescita costante. L’attenzione che riserviamo alla cura e al benessere dei nostri animali trova un riscontro puntuale nell’offerta delle imprese del settore. Innovazione, attenzione alla qualità e alle materie prime, alle esigenze nutrizionali sono solo alcuni degli ambiti che evidenziano l’impegno delle aziende del comparto che BolognaFiere, con iniziative mirate, supporta nell’individuazione delle strategie di business e delle opportunità di sviluppo sui mercati emergenti”.

Per un approfondimento su queste e altre informazioni e tutti i dettagli sui dati di mercato, il Rapporto Assalco - Zoomark 2019 completo sarà disponibile sul sito www.assalco.it e sul sito www.zoomark.it.

LogoAssalcoZoomark

Pet membri della famiglia per più dell’80% degli italiani. Emerge la necessità di un maggiore riconoscimento a livello istituzionale

I proprietari degli animali da compagnia in Italia sono consapevoli dei propri doveri verso i pet e in attesa di vederne riconosciuti i diritti, con il consenso della maggioranza della popolazione italiana. Questa è la fotografia che emerge dall’indagine realizzata da Doxa per la XII° edizione del Rapporto Assalco – Zoomark, compendio annuale sul mondo dei pet, presentato oggi a Bologna in occasione dell’apertura di Zoomark International 2019.

Il Rapporto è curato da Assalco (Associazione Nazionale tra le Imprese per l’Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia) con il contributo di IRI Information Resources, la società di ricerche di mercato Doxa, e dell’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI). Oltre a restituire una fotografia degli animali da compagnia in Italia e del mercato, quest’anno il Rapporto tramite una ricerca di Doxa ha indagato quanto tra gli italiani – in particolare i proprietari di cani e gatti – sia forte la richiesta di riconoscimento dei diritti degli animali da compagnia. Si evince inoltre un quadro marcato dalla consapevolezza che avere un animale d’affezione implichi responsabilità e dedizione.

Assalco - Zoomark 2019 - immagine uso ufficio stampa

Consapevolezza dei propri doveri

La consapevolezza dei propri doveri parte già dal momento dell’acquisizione. Il passo si fa se ci sono le condizioni adatte: fondamentale tra gli italiani proprietari di cani poter contare su spazi (48,7%) e stili di vita adeguati (30,7%). Non differisce l’atteggiamento nel caso si tratti di un gatto. Diligenti anche con gli adempimenti burocratici: quasi il 90% registra i propri cani nelle Anagrafi regionali[1] e lo fa anche più di 1 proprietario di gatto su 2, nonostante per questi ultimi non sia obbligatorio.

Centrale la cura della salute e dell’alimentazione. Le vaccinazioni vengono effettuate regolarmente nel 90% circa dei casi, almeno 1-2 i controlli veterinari all’anno (in più del 60% dei casi) ed esercizio fisico quotidiano per più del 60%. Il 76,1% dei cani e il 90% dei gatti, inoltre, viene nutrito con alimenti industriali, specificatamente formulati in modo da essere sicuri, bilanciati, completi e differenziati in base a età, razza e stile di vita.

In materia di vita in società c’è già un forte impegno. A oggi il 71,6% dei proprietari dei cani dichiarano di adoperarsi per un civile inserimento del proprio pet in società. Si auspica che le campagne di sensibilizzazione e il buon esempio dei proprietari virtuosi contribuiscano a ridurre la percentuale (28,4%) di coloro che ancora non si adoperano in tal senso. Seppur la loro presenza si faccia notare meno rispetto a quella dei cani, il principio del civile inserimento in società vale anche per i gatti. A oggi circa 1 proprietario su 2 si impegna per raggiungere lo scopo, ad esempio evitando che il gatto vada dai vicini o li disturbi.

Richiesta di riconoscimento dei diritti

Dall’indagine di Doxa emerge inoltre la necessità di un maggiore riconoscimento a livello istituzionale e giuridico degli animali da compagnia, che è un’esigenza di chi vive con un pet e che trova il consenso della maggior parte della popolazione italiana.

L’81,6% degli italiani riconosce infatti negli animali da compagnia degli esseri senzienti. Il 73,6% degli abitanti del Bel Paese ritiene sia un passo necessario riconoscerli e tutelarli nella nostra Costituzione.

Ugualmente assodata l’appartenenza al gruppo familiare. Per l’81,8% degli italiani gli animali da compagnia sono membri della famiglia, con punte fino al 95% circa tra chi effettivamente vive con un pet. Una situazione di fatto che vorrebbero trovasse riscontro nel diritto, tanto che il 59,5% dei proprietari di cani e gatti li vorrebbe nello stato di famiglia.

Infine, 1 italiano su 2 è consapevole che i prodotti per l’alimentazione degli animali da compagnia e le cure veterinarie sono tassati con un’aliquota IVA al 22%, al pari di un bene di lusso. Tra questi, il 74,9% è favorevole a misure di agevolazione, tasso che aumenta all’84,1%tra i proprietari di pet.

Per comprendere l’importanza degli animali da compagnia in Italia, basta citare qualche dato: seppur non esista ancora un’anagrafe nazionale degli animali d’affezione, si stima che i cani siano 7 milioni e 7,3 milioni i gatti, a cui si aggiungono 30 milioni di pesci, 12,8 milioni di uccellini, 1,8 milioni di piccoli mammiferi e 1,3 milioni di rettili, per un totale superiore ai 60 milioni di animali d’affezione – in un rapporto di 1 a 1 con la popolazione residente in Italia.

Analizzando la penetrazione degli animali d’affezione nelle famiglie italiane, si evince che circa il 39% dei nuclei familiari ha un cane e/o un gatto.

Gianmarco Ferrari, Presidente di Assalco, ha commentato: “L’amore per i pet in Italia è enormemente diffuso. Il rapporto degli italiani con i propri animali da compagnia si basa sulla consapevolezza che avere un animale d’affezione in famiglia implica responsabilità e dedizione. Come industria abbiamo il dovere di contribuire alla diffusione dei principi del possesso responsabile, in particolare dell’educata convivenza in società, lavorando al fianco delle istituzioni, degli enti e delle associazioni impegnate in questo campo”.

Per gli approfondimenti il Rapporto Assalco - Zoomark 2019 è disponibile sul sito www.assalco.it

Loghi BF ZM

 

Bologna, 6 maggio 2019 - E' stato presentato oggi a Bologna all’apertura di Zoomark International 2019, il Salone internazionale sui prodotti e le attrezzature per gli animali da compagnia il Rapporto Assalco-Zoomark, compendio annuale sul mondo dei pet, sviluppato in collaborazione con il contributo di: IRI Information Resources, la società di ricerche e di mercato DOXA e l’ANMVI, Associazione Medici Veterinari Italiani.
Al Convegno di apertura di Zoomark, moderato da Vito de Ceglia, sono intervenuti Antonio Bruzzone, Direttore Generale di BolognaFiere, Gianmarco Ferrari Presidente Assalco, Paolo Garro, Business Insights Director di IRI-Information Resources, Paolo Colombo, Research Unit Manager DOXA, Antonio Manfredi, Direttore ANMVI.

Le tematiche affrontate nel corso del convegno sono state le dinamiche dei canali di distribuzione del petfood e il rapporto fra gli italiani e gli animali da compagnia.
Dal rapporto emerge che nel 2018 sono stati censiti 60.227 pet in Italia che muovono un’industria da oltre 2 miliardi di euro di fatturato (+1,5% rispetto all’anno scorso). Il mercato dei prodotti per la sola alimentazione dei cani e gatti in Italia ha sviluppato un giro d’affari di 2.082 milioni di euro per un totale di 565.136 tonnellate vendute. Il pet food si conferma un mercato in crescita a valore, con un tasso di sviluppo superiore a quello del Largo Consumo Confezionato che è stato pari a +0,1% 1 nel 2018.
Negli ultimi anni il Ministero della Salute italiano e importanti enti, associazioni di volontariato e aziende hanno realizzato campagne di sensibilizzazione in materia di “possesso responsabile” dei pet, analizzandone i diversi aspetti. In occasione della XII° edizione, il Rapporto Assalco – Zoomark ha realizzato un decalogo di riferimento per i proprietari.
Su questi temi è intervenuta anche, a conclusione del Convegno, l'onorevole Michela Brambilla, Presidente e Fondatrice di LEIDAA (Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente) a capo di un intergruppo parlamentare che riunisce forze politiche diverse per la difesa dei diritti degli animali: anagrafe nazionale per i pet, abbassamento dell'Iva sugli alimenti, proposta di legge sulla Mutua Veterinaria per famiglie meno abbienti, salute come diritto di tutti e quindi anche degli animali, inasprimento delle leggi per chi maltratta o tortura gli animali sono stati i punti toccati dall'onorevole Brambilla.

"Zoomark International 2019- ha detto in apertura del Convegno Antonio Bruzzone, direttore generale di BolognaFiere- si sviluppa su una superficie espositiva di 55.000 metri quadrati, con un incremento di oltre il 10% rispetto all'edizione 2017. Gli espositori sono 757, un numero che ci consente di superare il record di aziende presenti conseguito nell'ultima edizione. Forte l’incidenza delle aziende espositrici proviene dall'estero, per la precisione da 45 Paesi, con una significativa presenza di aziende dalla Cina, seguita da una nutrita rappresentanza di aziende provenienti dalla Gran Bretagna. Crescono poi sostanzialmente anche gli espositori in arrivo dalla Turchia e dai Paesi dell'Est Europa. Fra le new entry ricordiamo la Bielorussia, la Grecia, la Malesia, la Serbia e la Slovacchia".
Zoomark International continua domani con la presentazione dei "focus" sui mercati esteri (UK, Canada, Usa, Russia, Cina, India, Repubblica Ceca).

 

 

 

PRODOTTI NOVITA', FORMAZIONE PROFESSIONALE
E LE NOVITA' DEL RAPPORTO ASSALCO-ZOOMARK
757 ESPOSITORI DA 45 PAESI, 6 COLLETTIVE NAZIONALI

Si avvicina l’apertura di ZOOMARK INTERNATIONAL 2019, fissata per lunedì 6 maggio alle ore 10.30 con il Convegno inaugurale incentrato sulla presentazione del Rapporto Assalco-Zoomark che offrirà una analisi dettagliata dei trend di mercato e una fotografia aggiornata delle principali tendenze in Italia riferite al settore degli animali da compagnia. Un’occasione di confronto importante per un mercato, quello del pet in Italia, che sta vivendo un momento di sviluppo con oltre 60 milioni di animali da compagnia.
ZOOMARK INTERNATIONAL, organizzata da BolognaFiere con il patrocinio di Assalco (Associazione Nazionale tra le Imprese per l’Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia) e di Anmvi (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) si svolgerà da lunedì 6 a giovedì 9 maggio, escludendo il week end, con un allineamento all'agenda di lavoro internazionale che privilegia i giorni feriali per le grandi manifestazioni b2b.
Gli espositori di questa 18esima ZOOMARK INTERNATIONAL sono 757 provenienti da 45 Paesi, 6 sono le collettive nazionali, a evidenziare la crescente internazionalizzazione della manifestazione. Novità di questa edizione, nata dalla collaborazione con le differenti associazioni e con i coordinatori delle collettive estere, l’organizzazione di Focus di approfondimento sui mercati e sulle opportunità di business per gli USA, il Canada, la Russia, gli UK, la Cina, l’India e la Repubblica Ceca.
Coerentemente con la forte attenzione nei confronti degli operatori internazionali, Zoomark International ha messo a punto numerosi servizi per i buyer esteri, cui ZOOMARK INTERNATIONAL dà la possibilità di programmare incontri specifici con le aziende italiane.
Iniziativa speciale di Zoomark è Aqua Project che, dopo il successo della prima edizione del 2017, torna con un progetto studiato per dare ancor più rilievo all’industria del settore acquariofilo e coinvolgere direttamente le aziende del comparto. L’obiettivo è uscire dagli schemi e mostrare la grande versatilità dell’acquario, dotato delle più moderne tecnologie, per dare vita a versioni insolite e sorprendenti nella loro semplicità. Una grande area centrale accoglierà vasche di dimensioni eccezionali, un laghetto e gli acquari allestiti dagli espositori per ricreare habitat ed ecosistemi diversi, mettendo in mostra le ultime innovazioni tecnologiche. Con la collaborazione della rivista Abitare (RCS) e l’Ordine degli Architetti, il 7 maggio alle ore 14.30 si svolgerà il convegno "Gli acquari nel contesto architettonico: problemi, soluzioni e best practices", tutto quel che serve sapere quando si deve installare un acquario in un ambiente (domestico o pubblico).

 

Ampio risalto alle “novità”


Come per le passate edizioni ZOOMARK INTERNATIONAL darà grande risalto ai prodotti “novità” delle aziende espositrici: sono oltre 400 quelli che saranno esposti in una nuova ubicazione nel Mall di collegamento dei nuovi padiglioni (28, 29 e 30), che permetterà di valorizzare ulteriormente una proposta molto ampia. Circa il 40% riguarda l’alimentazione, settore in cui l’innovazione è un fattore fondamentale. Nuove formule sempre più calibrate sulle esigenze nutrizionali dell’animale, ingredienti sempre più selezionati in funzione delle caratteristiche organolettiche, della qualità e di possibili necessità specifiche dell’animale (per esempio formule prive di allergeni, grain free, funzionali che coadiuvano la cura di determinate patologie). Circa il 40% dei prodotti novità presentati sono dedicati ai cani, a seguire i prodotti per gatti e al terzo posto quelli per pesci e laghetti, settore stimolato dall’iniziativa Aqua Project, alcuni di questi prodotti saranno presentati in funzione proprio nell’area Aqua Project.
Il design si fa sempre più sofisticato, le forme e i materiali sono ricercati e di sempre maggiore qualità. La tecnologia applicata allo sviluppo dei prodotti si mette al servizio dell’animale e del suo proprietario per offrire il massimo comfort, per esempio con cucce costruite in materiali altamente isolanti e confortevoli, brandine e cuscini ortopedici e in memoryfoam, momenti di svago (giochi interattivi), protezione e sicurezza con collari dotati di gps e/o medagliette di riconoscimento elettronico, sistemi di alta visibilità al buio.
Nella cura per l’animale - igiene, presidi medico chirurgici - si prediligono formule delicate, approccio omeopatico e ayurvedico e si affacciano i primi prodotti a base CBD.
Nel campo delle lettiere si fanno strada nuove soluzioni a base vegetale provenienti da nuove fonti e totalmente rispettose dell’ambiente. In generale si nota una sempre maggiore sensibilità verso prodotti e materie prime biologiche, cicli produttivi sostenibili, packaging riciclabili.


Gli eventi in programma


Gli "Eventi" di ZOOMARK INTERNATIONAL sono riuniti in un programma molto più ricco e articolato delle edizioni precedenti: oltre al Convegno inaugurale dedicato alla presentazione del Rapporto Assalco-Zoomark e a quello dedicato agli acquari, fra gli eventi da segnalare il convegno "L'uso di piante e preparati vegetali per il benessere animale" il 6 maggio alle ore 14; "Comportamento animale: un'area strategica per il pet shop di successo" che attirerà l'attenzione sulle caratteristiche necessarie per un progetto di negozio al passo coi tempi, in un momento in cui anche la distribuzione legata al mondo "pet" è fortemente orientata al commercio online, il 6 maggio alle ore 15; "Rimedialife e la sostenibilità nell'itticoltura e negli acquari", il 6 maggio alle ore 16.40; sempre in primo piano anche gli eventi dedicati ai veterinari, fra i quali si ricorda il workshop dedicato alla ricetta elettronica, che introduce importanti novità nel mondo veterinario, il 7 maggio alle ore 15; il convegno "Gli strumenti per la corretta gestione dell'allevamento cinofilo", l'8 maggio alle ore 9; "L'evoluzione della professione del toelettatore in Italia e la certificazione FCC e APT a norma della legge 4/2013" il 9 maggio alle ore 9.
“Zoomark International 2019 – afferma Antonio Bruzzone, Direttore Generale di BolognaFiere – si svilupperà su una superficie espositiva di 55.000 mq, con un incremento di oltre il 10% rispetto all’edizione 2017. La manifestazione coinvolgerà i padiglioni 25, 26 e i nuovissimi padiglioni 28, 29 e 30, inaugurati nell’autunno 2018. Gli espositori saranno oltre 757, un numero che ci consentirà di superare il record di aziende presenti conseguito nell’ultima edizione”. Circa il 70% delle aziende espositrici proviene dall’estero, per la precisione da 45 Paesi. “Riscontriamo una significativa presenza di aziende dalla Cina – prosegue Bruzzone - seguita da una nutrita rappresentanza di aziende provenienti dalla Gran Bretagna, in forte crescita nonostante le incertezze per il futuro derivante dalla Brexit. Crescono poi sostanzialmente anche gli espositori in arrivo dalla Turchia e dai Paesi dell’Est Europa. Fra le new entry ricordiamo la Bielorussia, la Grecia, la Malesia, la Serbia e la Slovacchia”.

Gianmarco Ferrari, Presidente di Assalco ha commentato:


“Anche per il 2018 è proseguito il trend positivo del mercato. Il segmento principale, quello dei prodotti per l’alimentazione di cani e gatti, ha sviluppato in Italia un giro d’affari superiore ai 2 miliardi di euro con un incremento del fatturato del +1,5% rispetto allo scorso anno e con un tasso di sviluppo superiore a quello del largo consumo confezionato, che nel 2018 è stato pari a +0,1% . Il segmento degli alimenti per gatto, composto da prodotti secchi, umidi e snack, rappresenta il 52,3% del totale mercato e vale 1.089 milioni di euro, mentre quelli per cane valgono quasi 993 milioni di euro. Dando uno sguardo al carrello, notiamo che il consumatore si orienta sempre più verso prodotti premium e formati più piccoli.
In GDO, gli accessori primari per la cura e la gestione quotidiana (quali prodotti per l’igiene, giochi, guinzagli, cucce, voliere, acquari), muovono un volume di affari di 71,3 milioni di euro. Un’ampia disamina di tutti i dati del mercato è disponibile nel Rapporto annuale Assalco-Zoomark.”
ZOOMARK INTERNATIONAL è l’evento più importante in Europa, negli anni dispari, per l’industria mondiale del pet: una grande piattaforma espositiva che accoglie oltre 27.000 buyer provenienti da tutto il mondo, per conoscere le novità, incontrare i grandi player internazionali, aggiornarsi professionalmente e confrontarsi sui trend del mercato.
Sempre da parte delle aziende sono già consultabili sul sito www.zoomark.it i comunicati delle aziende stesse: uno spazio per dar voce agli aspetti più rilevanti che gli espositori desiderano mettere in luce.
www.zoomark.it

staytunedMovies

 

I nostri autori si sono raccontati per voi in meravigliosi e interessanti video - selfie insieme ai loro amici a quattro zampe.

Non perdete i video che caricheremo ogni mercoledì a partire da domani!

 

FocusOn FB

 

A Zoomark International gli esperti di PetTrend si metteranno a completa disposizione dei lettori. Ripresi da una telecamera e messi on line sul canale di Facebook i nostri più autorevoli scrittori risponderanno, in tempo reale, alle domande dei lettori della rivista. Un dibattito di botte e risposte su temi sollecitati dagli stessi operatori del settore.

 

Focus On Negoziante
Giorno 7 maggio ore 12,30-14

Visual merchandising e scaffale virtuale.
Il marketing d’immagine, nel punto vendita e on line, utile a mantenere alta l’attenzione del cliente verso il nostro esercizio commerciale. Vecchi e nuove strategie dell’apparenza.

Focus On Allevatori Cani e Gatti
Giorno 8 maggio ore 12,30-14

Il passaggio del cucciolo dall’allevatore a una nuova famiglia; i doveri dell’allevatore.
Tutto ciò che deve essere rispettato dall’allevatore per rendere un cane o un gatto cedibili a terzi. Quali gli impegni verso il cucciolo che devono essere ben chiari e accolti dal futuro compagno umano. I ben più importanti diritti dei cuccioli per poter avere una buona ambientazione col nuovo nucleo famigliare.

Focus On Toelettatori
Giorno 9 maggio ore 12,30-14

Come accogliere il pet nella toelettatura e come gestire il padrone
Avvicinare il binomio, le domande da porre al proprietario, il momento del passaggio del guinzaglio. Rassicurazioni d’obbligo e spiegazione della procedura di toelettatura. L’umano può o potrebbe assistere al bagno e successiva toeletta? Manualità, posture e voce da tenere col cane. Rassicurazioni d’obbligo al nuovo cliente.

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.