Novità in rete

Novità in rete

CorsaLevrieriGli elettori della Florida hanno approvato l’emendamento n. 13, ponendo fine alle corse dei levrieri nello Stato. Un risultato che ha visto il 69 per cento dei voti a favore di questa storica decisione. I legislatori hanno scritto nell’emendamento che il “trattamento umano degli animali è un valore fondamentale del popolo dello Stato della Florida”. Negli ultimi 87 anni i levrieri hanno vissuto in piccole gabbie sulle piste da corsa. Molti sono morti in giovane età, spesso perché considerati troppo lenti per essere redditizi. Altri sono caduti vittime degli infortuni avuti durante i duri allenamenti e le corse: gambe rotte, schiene ferite e arresti cardiaci dovuti agli sforzi fra le cause principali. E poi i tanti sottoposti a farmaci illegali per vincere competizioni che alimentavano i giri di scommesse legali e illegali. L'importante era vincere, a ogni costo. La Florida è diventato così il 41esimo Stato degli USA a proibire questa pratica: 11 dei 17 cinodromi ancora aperti verranno via via chiusi definitivamente entro il luglio 2021, in modo graduale al fine di garantire la presa in carico dei 6000 cani levrieri da parte della rete americana di gruppi di soccorso (rifugi e gruppi di adozione di comprovata esperienza), che si occuperanno di curarli, accudirli e trovare loro una famiglia adottiva negli USA. A guidare questa campagna “Yeson13” (Sì al 13”), iniziata nel novembre 2017, è stata l’associazione americana GREY2K USA Worldwide, insieme a Doris Day Animal League, Animal Wellness Action e la Humane Society of the United States, oltre ad una forte coalizione di sostegno bipartitico tra cui funzionari eletti e candidati, uomini d’affari, organi di stampa, organizzazioni civiche, associazioni animaliste, rifugi locali, veterinari, celebrità e molti altri, tutti e 400 a richiedere la messa al bando del greyhound racing. Dall’Italia la campagna è stata sostenuta da Pet levrieri Onlus che, come altre associazioni internazionali, ha portato avanti iniziative continue locali ed europee. Per gli amanti degli animali è un altro passo avanti dopo la storica vittoria avvenuta il 21 luglio 2018 con la chiusura del Canidrome di Macao, il peggiore cinodromo al mondo. Proprio da quell’inferno sono arrivati in Italia oltre 40 levrieri in cerca di uan casa delle cui adozioni si sta occupando l’associazione Pet Levrieri Onlus.

Fonte: https://www.lastampa.it/2018/11/08/societa/voto-in-florida-il-degli-elettori-ha-detto-stop-alle-corse-dei-levrieri-cani-cercano-una-casa-Whef2Jpa2D5eXM7pZa53BL/pagina.html

gattotumore«Avevo sentito parlare di cani che avevano l’istinto per capire se il loro proprietario aveva qualche problema fisico, ma non aveva mai sentito parlare di gatti, ma qualcosa non andava bene». Inizia così il commovente racconto che Angela Tinning, 45 enne di Lemington, Regno Unito, fa a Metro per descrivere il ruolo fondamentale che il suo gatto ha avuto nel farle scoprire un cancro al seno. La donna descrive Missy come una felina dal carattere difficile e scontroso. Ma tutto a un tratto il comportamento cambia: Missy diventa affettuosa e inizia a coricarsi sul suo seno toccandolo con le zampette. E questo gesto così semplice ha fatto scoprire alla donna il male che stava nascendo in lei. «Il mio gatto non è molto affettuoso ed è piuttosto esuberante, quindi quel suo comportamento mi è sembrato davvero strano. Era sdraiata sul mio petto e mi faceva avvertire una sensazione di dolore. Mi sono insospettita e ho deciso di fare un controllo medico». E proprio così la signora Tinning ha scoperto di avere un cancro al seno. «Devo dire grazie a lei se ho fatto il controllo e ho avuto una diagnosi precoce. Se non fosse stato per Missy ci sarebbero voluti mesi prima che avessi i primi segni della malattia. Mi ha salvato la vita». La 45enne, che si è sottoposta a una mastectomia e a chirurgia ricostruttiva, considera la sua Missy una eroina e, per questo, l’ha proposta per l’assegnazione del premio “il gatto eroe” ai National Cat Awards. «Se avessi aspettato probabilmente il tumore si sarebbe potuto estendere, si sarebbe trattato di un’area molto ampia. Se non fosse stato per lei, non sarei andata avanti per molto tempo».

Fonte: https://www.lastampa.it/2018/10/19/societa/il-mio-gatto-mi-ha-salvata-dal-cancro-al-seno-Zt4K1Q9XpJoTRRN2fStdNK/pagina.html

HanoiDopo Taiwan, sarà Hanoi a vietare la vendita di carne di cane. Il Dipartimento della Salute della città del Vietnam ha annunciato che la macellazione e il commercio dei cani ai fini alimentari sarà gradualmente vietato, per arrivare al divieto totale entro il 2021, con conseguente chiusura dei ristoranti di carne di cane presenti in città. A spingere il Comitato popolare di Hanoi a sostenere questa causa è stata la pressione dell'opinione pubblica. «Macellare e usare carne di cane e di gatto ha creato obiezioni tra i turisti e i visitatori internazionali che vivono ad Hanoi», hanno detto, «colpendo l'immagine di una capitale civilizzata». La popolarità della carne di cane e gatto sta diminuendo fra le generazioni più giovani, ma per centinaia di commercianti cittadini l'unico mezzo di sostentamento dipende proprio dal commercio di questa carne. Si stima che più di mille negozi di Hanoi attualmente vendano carne di cane e di gatto e che il 15% dei cani presenti in città sia allevato appositamente per essere mangiato. Una svolta per una usanza decisamente comune in Vietnam, così come in Cina, Corea del Sud e Nigeria, legale ancora in gran parte del mondo, Italia inclusa, dove le norme non lo consentono ma non lo vietano neanche.

Fonte: https://www.lastampa.it/2018/10/24/societa/hanoi-sar-la-prima-citt-del-vietnam-a-vietare-la-macellazione-e-il-commercio-della-carne-di-cane-EzOZgSVQgl1mXgAWRWDZSK/pagina.html

caniInseparabiliAmici per la pelle... o meglio per il pelo. È la storia di due Golden Retriever, Penny e Banjo, che si sono incontrati per la prima volta mentre erano in passeggiata più di un anno fa ed è stata amicizia a prima vista. «Sono sempre stati grandi amici e si riconoscono sempre subito - racconta Marisa Folz, la proprietaria di Banjo -.Entrambi adorano la reciproca compagnia» Così le famiglie di Penny e Banjo li hanno iscritti entrambi nello stesso asilo per cani, permettendo alla coppia di giocare e coccolarsi per otto ore al giorno, dal lunedì al venerdì. Il loro legame in questo modo è diventato sempre più forte e i due amici erano assolutamente entusiasti di passare così tanto tempo insieme, finché la famiglia di Penny non si è trasferita. Anche se la nuova casa di Penny è a soli 30 minuti da quella di Banjo, i due cani non si vedono più tutti i giorni come una volta. I loro proprietari, pur di non farli soffrire, hanno fatto in modo di assicurarsi che continuino a vedersi e pianificano le date per vedersi al parco, alla spiaggia per i cani, in piscina e qualsiasi altra occasione di divertimento. Penny e Banjo ogni volta sembrano non riuscire a contenere il loro entusiasmo e si godono a più non posso ogni momento che passano insieme. «Non c’è niente che amino quanto il rivedersi l’un l’altra - racconta Marisa -. Scodinzolano di gioia e giocano all’istante. Ogni volta è come se non si fossero mai lasciati». Recentemente le due famiglie, con i rispettivi cani, sono andate fuori città per due settimane e hanno deciso di utilizzare i viaggi come un’opportunità per l’adorabile coppia di cani di godersi un pigiama party prolungato. «Penny è rimasta con Banjo per una settimana e poi Banjo è rimasto con Penny la settimana successiva», racconta Marisa. Entrambi i cani erano entusiasti di trascorrere così tanto tempo insieme, proprio come ai vecchi tempi, e non si sono mai allontanati l’uno dall’altra, anche quando era ora di andare a dormire si sdraiavano vicini. In una foto i due cani sono stati ripresi mentre erano addormentati con le zampe che si toccavano. «Sembrano darsi conforto a vicenda e hanno un effetto rilassante l’una sull’altro - racconta Marisa -. Sono inseparabili dal primo giorno, come in un film d’amore».

Fonte: http://www.lastampa.it/2018/10/12/societa/due-cani-diventano-amici-inseparabili-le-loro-famiglie-organizzano-incontri-e-vacanze-per-farli-stare-insieme-w8HL0Y5CewIxqh5TM0bqeK/pagina.html

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.