2013

I cervi italici della Mesola

cervi

 

Un tempo la pianura padana era una selva di vaste proporzioni e i grandi branchi d'ungulati n'erano i signori. Oggi, di tanta ricchezza, resta poco. Il Gran Bosco della Mesola è il rifugio di una residua popolazione di cervi che molti studi scientifici indicano come gli unici sopravissuti della popolazione originaria dell'Italia peninsulare. Per indicarne l'originalità vengono chiamati cervi italici, cervi delle dune o cervi della Mesola. Al di là della loro importanza scientifica, stupefacente è la loro presenza in questo luogo della "bassa padana" letteralmente circondato da ogni sorta di attività antropica: una sopravvivenza quasi incredibile. Ma i cervi della Mesola non lo sanno e qui, dentro al Gran Bosco, vivono secondo i ritmi naturali, in un tempo e in uno spazio che sembrano lontanissimi dal nostro quotidiano. Il Boscone della Mesola è un luogo meravigliosamente unico, immerso nelle magiche atmosfere delle nebbie e delle brume che lo avvolgono. Questo libro edito da Minerva che abbiamo deciso di presentarvi è il racconto per immagini della vita di quei cervi nell'alternarsi delle stagioni.

Gatto da pennica

gattopennica

Giuseppe Piccione e i suoi colleghi della Facoltà di Medicina Veterinaria di Messina hanno condotto una ricerca sui gatti in cui si evidenzia come la vicinanza con l'uomo influenzi il comportamento dei felini di casa, plasmandone la personalità e il comportamento. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Veterinary Behavior e sconvolge il luogo comune per cui il gatto è spirito libero da qualsiasi condizionamento. Lo studio si è svolto su due distinte popolazioni di gatti: in un gruppo i felini convivono con l'uomo in un appartamento molto grande e la notte escono all'aperto, in un altro gruppo i gatti abitano in un piccolo appartamento con il loro coinquilino umano. Dallo studio emergono dati di chiara interpretazione, i gatti che possono muoversi in ampi spazi interni ed esterni all'abitazione sono spiriti liberi e cacciatori notturni, così come si è soliti immaginare un felino. Al contrario, i gatti a stretto contatto con l'essere umano ne assimilano i ritmi di veglia diurna e di sonno notturno, ma anche sincronizzano col padrone momenti dedicati ai pasti e alla siesta. Per chi avesse dei dubbi sulla socievolezza del gatto che vive in appartamento basta una carrellata sul web, dove si possono vedere gatti che bussano alla porta o che aprono le maniglie o intenti a condividere la pennica con gli umani di casa. http://www.focus.it/ambiente/animali/i-gatti-imitano-le-abitudini-deipadroni_31012013_7844_C12.aspx.

Cani all'aria aperta

allaria aperta

Il programma televisivo chiamato 'Who let the dogs out' che ha iniziato la nuova stagione il giorno 8 marzo promette nuovi talenti e cani eroi alla ribalta. Nella passata edizione i telespettatori sono rimasti affascinati dai cani surfisti e da Norman che va in bicicletta. Questo simpatico esemplare di pastore della Brie usa la bicicletta con pedalata fluida, ma è anche in grado di guidare uno scooter o spingere uno skateboard per poi saltarvi sopra. Karen Cobb di New York, proprietario di Norman, ha dichiarato che il cane dopo aver notato un piccolo scooter per bambini nel giardino di casa vi è salito "e non voleva più scendere". Per coloro che vogliono seguire sul web l'edizione 2013 della trasmissione ecco il link http://www.wholetthedogsout.tv/.

Nuova Proroga per l'ordinanza sull'anagrafe canina

anagrafe caninaIl Ministero della Salute, con un'ordinanza del 14 febbraio scorso e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 1 marzo (entrata in vigore il giorno successivo), ha concesso un'ulteriore proroga alle Regioni e alle Province autonome per adottare disposizioni specifiche in materia di responsabilità e doveri dei proprietari e dei detentori di animali di affezione come previsto dall'ordinanza del 19 luglio 2012 relative all'anagrafe canina. Ancora un anno di tempo per prendere le misure previste dall'accordo sancito dalla Conferenza Unica in materia di identificazione e registrazione degli animali d'affezione.

Leggi tutto...

Citello in libertà

citelloGli animali esotici sono sempre più diffusi nelle case italiane, capita così che alcuni fuggano o vengano abbandonati e si adattino a sopravvivere in ambienti urbani. Fortunatamente molti esemplari vengono recuperati, altri però colonizzano gli ambienti urbani e vi si stabilizzano, o provano ad adattarvisi. Forse il piccolo citello che ha deciso di vivere in un'aiuola vicino ad uno degli svincoli più trafficati della città di Teramo, in Abruzzo, deve aver pensato che quel territorio non fosse poi così inadatto. Il piccolo roditore, originario del Nord America o dell'Europa orientale, ha trovato dimora in un prato sovrastato da pini dove ha scavato una tana in un piccolo buco nel cemento.

Leggi tutto...

Capacità di adattamento dei gatti

gatto

Giuseppe Piccione e i suoi colleghi della Facoltà di Medicina Veterinaria di Messina hanno condotto una ricerca sui gatti in cui si evidenzia come la vicinanza con l'uomo influenzi il comportamento dei felini di casa, plasmandone la personalità e il comportamento. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Veterinary Behavior e sconvolge il luogo comune per cui il gatto è spirito libero da qualsiasi condizionamento. Lo studio si è svolto su due distinte popolazioni di gatti: in un gruppo i felini convivono con l'uomo in un appartamento molto grande e la notte escono all'aperto,

Leggi tutto...

Merli di campagna e merli urbani

merloIn città la luce artificiale nelle ore notturne e i rumori ambientali sarebbero la causa di cambiamenti nei ritmi circadiani (notte/giorno) e di alcuni cicli biologici negli uccelli. Nelle aree urbane la presenza delle luci notturne artificiali (lampioni, semafori ed altro...), che provocano la variazione del rapporto ore di luce e di buio, determina alterazioni nel ritmo stagionale, nei processi che conducono all'accoppiamento, alla deposizione e alla cova. Gli scienziati del Max Planck Institute for Ornithology di Radolfzell, in Germania, hanno studiato come le condizioni di luce notturna delle città possano influire sul sistema riproduttivo dei merli europei (Turdus merula). La luce notturna indurrebbe un aumento dell'ormone testosterone che determina una riproduzione precoce nel merlo di città rispetto al cugino di campagna. Inoltre nel merlo urbano vi sarebbero variazioni nelle ore di inizio del canto. 

Leggi tutto...

Il paradiso degli ornitologi

La Biblioteca Macaulay finalmente è on line. Qui troverete archiviati audio e video registrazioni di uccelli di tutto il mondo, il più grande e il più antico archivio scientifico di biodiversità. "La nostra missione è quella di raccogliere e conservare le registrazioni del comportamento di ogni specie, e di promuovere attivamente l'uso di queste registrazioni per scopi diversi che abbracciano la ricerca scientifica, l'istruzione, la conservazione". Il Cornell Lab of Ornithology americano, aprendo al grande pubblico, ha così concesso a tutti la possibilità di ascoltare da casa il fraseggio di uno specifico animale. Ora sarà possibile, prima di addentrarsi a visitare un biotopo, imparare a riconoscere l'idioma delle specie che vi soggiornano. La Biblioteca Macaulay dispone di oltre 150.000 registrazioni audio digitali dei suoni rappresentativi di 9.000 specie animali per una durata complessiva di oltre 7.500 ore. Ogni ornitologo sa che i linguaggi di uguali specie che vivono in areali diversi non sono proprio identici (dialetti e altre contaminazioni differenziano i suoni). Anche a questo sarà possibile rimediare perché di molte specie che si vogliono ascoltare è possibile scoprire i diversi audio per differenti località geografiche. La biblioteca, seppur centrata sugli uccelli, possiede la registrazione di molte altre specie: dai piccoli roditori ai grandi primati. http://macaulaylibrary.org/ (Ansa)

In gabbia i gatti di Hemingway

hemingway

Dalla fine degli anni venti, il noto scrittore Ernest Hemingway visse nella casa di Key West, un lembo di USA che fronteggia l'oceano a soli 90 chilometri da Cuba. Compagni e amici gli furono i gatti. I felini odierni sono la discendenza di un capostipite a sei dita che lo scrittore ebbe in dono dal capitano di una nave. Dalla morte dello scrittore i discendenti di quel felino hanno continuato a riprodursi senza che vi fossero limiti alle scorribande diurne e notturne. La presenza dei felini, però, ben s'intona allo spirito libero che pervade gli abitanti di Key West, i quali non si considerano parte degli Stati Uniti d'America autoproclamandosi entusiasticamente cittadini della secessionistica Repubblica della Conchiglia. Ma le cose stanno cambiando. Un visitatore preoccupato per l'incolumità di felini ha sporto denuncia e ha coinvolto il governo statunitense affinché tuteli la salute degli animali. Dieci anni di lotte legali e alla fine la corte d'appello ha dato torto alla fazione che sosteneva i gatti allo stato brado. Ora, la notte il felini saranno chiusi in gabbie e durante il giorno i veterinari del governo stabiliranno di volta in volta quali potranno godere di libertà vigilata.

Maschi galanti

Tra gli uccelli vi sono specie monogame che condividono la vita con un solo compagno/a. Questi uccelli, secondo uno studio della Cambridge University di Washington, pubblicato sulla rivista Pnas, riescono a comprendere quali sono i desideri del partner. Uno di questi è il maschio della ghiandaia eurasiatica in grado di "leggere nel pensiero" della compagna percependo quale cibo essa preferisce. Durante lo studio alla femmina sono stati offerti differenti tipi di vermi, mentre il maschio la osservava mangiare da una postazione separata. Ricongiunti i due soggetti, il maschio ha offerto alla compagna il verme da lei preferito dimostrando la capacità di intuire di cosa si era cibata. http://www. a g i . i t / r e s e a r c h - e -sviluppo/notizie/201302051506-ecort10215-animali_uccelli_monogami_leggono_stato_interiore_dei_partner.

Login Form

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.