Novità in rete

2012

Una notizia Ansa riporta la novità dell'ultima ora, le spa per animali. Sono luoghi in cui si portano cani e gatti (più improbabile questi ultimi), a fare trattamenti di relax ed estetica, in acqua e non. Il termine spa, dal latino salus per aquam, indica la salute per mezzo dell'acqua. Ma l'attuale accezione del temine è molto più ampia e di fatto una spa è un centro di benessere e bellezza. Così dagli Stati Uniti ecco il Paws Hotel, a Fort Worth in Texas, che si definisce "the lap of luxury" ovvero il colmo del lusso per
gli amici a quatto zampe. In esso il programma relax è di 24 ore, personalizzato in base alla razza e all'età e anche agli eventuali handicap. In ambiente acquatico decontaminato e spazi con musiche generate alle frequenze per le amabili orecchie feline o canine, i quadrupedi possono beneficiare dalle mani degli esperti operatori di sedute di massaggi anti-stress o di shiatzu e cure olistiche. Anche in Italia vi sono strutture analoghe. Per potersi recare a dare un'occhiata e valutare come ricollocare un petshop tradizionale, suggeriamo di inserire nei motori di ricerca: terme per cani, centri benessere per cani, SPA per cani. Inserendo, massaggi per cani forse troverete l'esperta dalle mani d'oro che nel vostro punto vendita, tra un'taglio di forbice e un biscottino, si produrrà in un massaggio drenante...al cane!

macchieostrisceÈ stato scoperto il meccanismo che consente al manto di sviluppare motivi caratteristici riscontrabili nei grandi felini, come ghepardi o leopardi e in alcune razze di gatti. Uno studio dello Hudson Alpha Institute for Biotechnology pubblicato su Science illustra la scoperta di un gruppo di ricercatori del team guidato da Christopher Kaelin. Due geni, Taqpep e Edn3, sono coinvolti nella formazione della pelliccia di gatti e ghepardi. Il primo contribuisce a creare il motivo del pelo, mentre il secondo ne controlla lo sviluppo. Per gli scienziati Taqpep è responsabile sia del manto striato che a macchie, e l'uno o l'altro disegno compaiono per una alterazione genetica. Quando i gatti hanno entrambe le coppie del gene mutato, il manto risulterà a macchia, mentre se lo è solo un gene della coppia il pelo avrà un aspetto striato. Ma come vengono le macchie e le righe secondo chiari e scuri? È il gene Edn3 responsabile, a seconda di come si esprime, sulla base dell'influenza di Taqpep delle simmetrie e dei colori. Ora quando osserveremo un gatto blotched (maculato) o un gatto tigrato ci soffermeremo a pensare alla potenza cromatica delle mutazioni.

petcoaching

 

Il cane entra all'Ospedale pediatrico Bambin Gesù per aiutare i bambini affetti da disabilità motorie ricoverati nel reparto di neuroriabilitazione. Il progetto "Qua la zampa", in collaborazione con l'Associazione nazionale utilizzo del cane per scopi sociali (Anucss Onlus), introduce la figura del pet-coaching all'interno dell'ospedale, nell'ambito di un progetto di terapia sperimentale che coinvolge cani dall'indole pacifica e abituati al contatto con i bambini. Il ruolo di questi pet sarà di affiancare i piccoli pazienti nella pratica degli esercizi di riabilitazione.

pappagallo

Accade a Milano in zona Monte Stella, nei pressi di Fiera Milano, patria dei runner e dei proprietari di cani. Una giovane di 13 anni a passeggio con il suo cane vede un pappagallo bianco presumibilmente un cacatua, il quale si lancia dai rami su cui era appollaiato. Fuggi fuggi generale, tanta paura, ma nessun contuso. Chiamate le forze dell'ordine si cerca di ricostruire la provenienza del volatile e si arriva a individuare un abitante della zona, che, contattato, risulta non essere in casa. Uno spavento per tutti e...soprattutto per il cacatua. Ma la cronaca, si sa, ama i fatti ferali e così la notizia assume tinte shocking e la notizia viene riportata, da molti quotidiani, come un feroce attacco con beccate ripetute a bambina, cane e anche ad altri passanti. I pappagalli grandi o piccoli che siano non sono rapaci, ma prede, e pertanto attaccano solo se spaventati.

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.