Ematik-ready-scontornato.png

A idearla una startup emiliana che ha messo a punto una linea di prodotti che, grazie a un prelievo ematico, consente ridurre i tempi di guarigione di patologie articolari, oculari e cutanee, senza lasciare cicatrici

Cresce il numero dei padroni di animali domestici e sempre maggiore è la loro attenzione per la cura dei loro amici a 4 zampe. Uno degli effetti del lockdown è stata infatti la nascita di una nuova normalità, nella quale il tempo trascorso in casa è aumentato e la vita di relazione all'esterno si è ridotta ai minimi termini. Risultato? È boom di adozioni di animali domestici, che ci tengono compagnia durante le giornate tra le mura di casa, con un potente effetto terapeutico e anti stress, e ci accompagnano nelle passeggiate, più o meno distanti dalla nostra abitazione.
Secondo il rapporto Coop2020 sono dunque state 7,8 milioni le persone nel nostro Paese che nel 2020 hanno adottato un pet o hanno intenzione di farlo a breve. Gli italiani, inoltre, da sempre non lesinano sulle spese per la loro cura e il loro benessere, con un giro d'affari che, per il Censis, nel 2017, ammontava a 5 miliardi di Euro per cibo, collari, guinzagli, gabbie, lettiere, toeletta e, naturalmente, cure veterinarie. E quando si tratta della salute del proprio animale domestico, la preoccupazione e l'empatia salgono ai massimi livelli e si vogliono garantire loro le cure migliori disponibili sul mercato.
A Mirandola (MO), nel cuore del distretto biomedicale emiliano, c'è una startup che sta cambiando il volto della medicina rigenerativa veterinaria. "Nonostante noi lavoriamo con veterinari, il nostro servizio clienti riceve un numero sempre maggiore di telefonate da parte di privati che vogliono maggiori informazioni sull'efficacia dei nostri prodotti per proporli poi come cura ai loro veterinari - afferma Alice Michelangeli, che, insieme ad altri due biotecnologi under30, Valentina Menozzi e Riccardo Della Ragione, nel 2017 ha fondato la startup biotech Prometheus (https://www.prometheus3d.com/) - Grazie alla rete, gli utenti sono sempre più informati e vogliono offrire ai loro animali d'affezione le cure migliori".
I prodotti Ematik si ottengono grazie a un prelievo del sangue dell'animale in grado di stimolare la rigenerazione cellulare senza lasciare cicatrici sui tessuti. L'alta concentrazione di piastrine, fino a nove volte superiore a quella contenuta nel sangue, rende la cura di patologie ossee, articolari, tendinee e oculari, oltre a quella delle ferite croniche molto efficace e personalizzata, perché derivata dal sangue del paziente, dimezzando i tempi di guarigione e molto spesso evitando che la situazione degeneri fino a richiedere l'intervento chirurgico. La linea Ematik comprende il cerotto Ematik Ready per la rigenerazione delle ferite croniche di diversa derivazione e due soluzioni iniettabili. Ematik Run, un kit per effettuare infiltrazioni e curare le principali patologie articolari, tendinee e della cartilagine che affliggono gli animali, soprattutto con l’avanzare dell’età e Ematik Eyes è un collirio per intervenire sulle patologie oculari più o meno gravi dei cani, soprattutto delle specie brachicefale come i carlini.
"A parte il nostro collirio, gli altri prodotti devono essere applicati dal veterinario che comunque deve sempre effettuare il prelievo ematico per ottenere prodotto - continua Alice Michelangeli.
Prometheus ha attivato delle collaborazioni con i Dipartimenti di Medicina Veterinaria delle Università di Parma e di Perugia. Per la sua portata rivoluzionaria, il cerotto Ematik ha ottenuto in pochi anni diversi riconoscimenti nazionali e internazionali, come lo SME Instrument (Horizon 2020), la Startcup Emilia Romagna, l'Unicredit Start Lab, il Seal of Excellence attribuito dalla Commissione Europea e sono stati tra i finalisti dell’edizione 2019 del Premio Gaetano Marzotto.