Editoriale

UN FOGLIETTO PIÙ FORTE DI INTERNET

Miliardi di persone si sono definitivamente arrese ad Internet e vivono in funzione delle app che vengono offerte a centinaia, se non migliaia, secondo le esigenze del fruitore, puntando a soddisfare le sue più diverse necessità. Sembra che ormai tutta la nostra vita dipenda da Internet. La sua capacità di estendersi ad ogni settore personale e sociale lo rende non solo utile ma in verità necessario ed insostituibile. Ma siamo certi che sia davvero così? Siamo proprio convinti di dipendere esclusivamente da Internet per la soluzione di tutte le nostre necessità? Tempo fa, su un quotidiano economico, era pubblicata un’intervista al responsabile marketing di un importante gruppo distributivo internazionale che spiegava le caratteristiche del progetto di lancio di una loro nuova struttura a Milano. Per valutare al meglio la situazione economica e commerciale dell’area cittadina entro la quale veniva proposta la nuova struttura è stata realizzata un’approfondita indagine su diversi campioni di abitanti, potenziali clienti del nuovo punto vendita. L’indagine serviva soprattutto per identificare quali strumenti di informazione sarebbero stati più adatti per comunicare con loro e per informarli delle diverse proposte commerciali che venivano offerte. Difficile da credersi, ma tutte le diverse indagini sviluppate hanno identificato come strumento di informazione più letto ed anche (almeno entro certi limiti) più attendibile il volantino cartaceo infilato nella cassetta delle lettere. Quando ho letto i dati della ricerca sinceramente ho fatto fatica a credere che quei giovani emigranti, normalmente del Sud-Est Asiatico, con pacchi di pieghevoli caricati sulle biciclette che infilavano sotto le porte o nelle cassette delle lettere, quando qualcuno gli apriva la porta del condominio, potessero aver battuto Internet risultando il veicolo “pubblicitario” con il miglior ritorno promozionale. Possibile che quei foglietti di carta che spesso il vento trasporta ovunque o in caso di pioggia diventano una poltiglia impossibile da leggere avessero una forza mediatica superiore ad Internet? Se i risultati dell’indagine sono attendibili, e non c’è motivo per non crederlo, è proprio così. Un esperto del settore, con dati alla mano, mi spiegava che la forza del foglietto di carta deriva da due aspetti diversi: oggi tramite Internet riceviamo decine di comunicazioni al giorno e finisce che non le guardiamo neppure; queste quindi perdono la loro capacità comunicativa. Il supporto cartaceo, nel confronto con quello virtuale di Internet che manca di concretezza e di “solidità”, offre maggiori garanzie di qualità e di sicurezza. Se poi aggiungiamo che ogni giorno leggiamo di truffe, mancanza di rispetto della privacy, fake news, ecc. è evidente che la credibilità di Internet ne soffre pesantemente. È di questi giorni la notizia che FB è stata multata di 5 miliardi di dollari per violazione della normativa sulla privacy. Questa situazione allontana molti fruitori da Internet e rallenta, soprattutto in paesi come l’Italia dove è più forte la diffidenza verso tutti i servizi online, lo sviluppo dell’e-commerce.

Antonio Manfredi

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.