A UN PASSO DALLA COSTITUZIONE

Quello che ci stiamo lasciando alle spalle è un inizio estate da ricordare. Grazie a una campagna vaccinale andata ormai a pieno regime, stiamo finalmente vedendo la luce in fondo al tunnel in cui siamo entrati con la pandemia da Covid 19. Le cose vanno decisamente meglio anche solo rispetto a poco tempo fa e i numeri parlano chiaro, segnando un costante calo in termini di nuovi contagiati, ricoveri e decessi. Già questo sarebbe un motivo sufficiente per guardare con maggior fiducia al futuro, ma per gli amanti degli animali c’è una ragione in più per essere contenti. Nel nostro Paese è stato da poco compiuto un passo in avanti importante verso un maggiore rispetto della natura e delle sue creature, una tappa fondamentale nel riconoscimento di nuove tutele a favore dell’ambiente e del mondo animale. Il 9 giugno scorso il Senato ha approvato l’integrazione dell’articolo 9 della Costituzione introducendo la tutela dell’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, e prevedendo che “la legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali”. Si tratta di una riforma epocale nel suo complesso e che pone l’Italia finalmente in linea con il Trattato di Lisbona del 2007 che ha riconosciuto gli animali come “esseri senzienti”. Il provvedimento è passato ora all’esame della Camera ma, dato il carattere costituzionale della modifica, sono necessari complessivi quattro passaggi tra le due camere. In ogni caso l’iter dovrebbe concludersi entro la fine della legislatura corrente, consentendo all’Italia di essere al passo coi tempi entro la primavera del 2022. Altro fatto positivo di questo giugno è stato lo svolgimento di Interzoo 2021. Come saprete, a causa dell’emergenza pandemica, si è trattato di un’edizione puramente digital con caratteristiche quindi assolutamente particolari rispetto al consueto svolgimento di un evento fieristico. Nonostante i drastici limiti imposti dalla situazione sanitaria, Interzoo digital si è rivelato comunque un successo, segnando la ripartenza delle fiere di settore e confermando il grande interesse di tutti gli operatori del mercato verso queste manifestazioni. Dall’1 al 4 giugno il format online di Interzoo ha richiamato più di 14 mila utenti interessati alle conferenze e agli altri eventi virtuali, ma soprattutto ai più di 300 profili di espositori provenienti da tutto il mondo (di Interzoo digital parliamo approfonditamente a pag. 20). Un segnale di notevole vivacità e interesse che pone sotto i migliori auspici l’edizione di Zoomark 2021, dove a novembre assisteremo al ritorno della dimensione “fisica” della fiera, con aziende e operatori del mercato che finalmente potranno tornare a incontrarsi di persona. Su questo numero di Pet Trend trovate, come sempre, articoli sui più svariati argomenti riguardanti il mercato del pet e il mondo degli animali da compagnia. Aziende, prodotti, alimentazione, marketing, costume, ricerca scientifica, razze canine e feline, specie rare e comuni di rettili, piccoli mammiferi, volatili e pesci. Tante informazioni e curiosità sempre a portata di mano.

Marco Moresco