TANTE INFORMAZIONI A PORTATA DI MANO

Nel momento in cui scrivo la situazione epidemiologica generata dal Covid-19 è in fase di costante miglioramento, anche se i dati quotidiani a volte mostrano una lieve controtendenza e in altre parti del mondo, come Stati Uniti e Brasile, il contagio rappresenta ancora una realtà molto seria. Le notizie di nuovi focolai in Cina e in Germania si aggiungono poi a confermare che il problema pandemico non può dirsi risolto. Nonostante le prospettive per l’Europa e l’Italia appaiano comunque positive, in attesa di quando finalmente si potrà tornare alla vita pre-coronavirus, dobbiamo quindi continuare a osservare le normative e le limitazioni dettate dall’emergenza. L’uso delle mascherine, il rispetto delle distanze di sicurezza e il divieto di assembramento riguardano tutte le persone, ma per piccoli e grandi imprenditori la situazione è più complessa. Dall’inizio della Fase 2 è nata la specifica esigenza di adeguarsi a una “nuova” sicurezza che deve tener conto della necessità di tutelare i dipendenti anche dal pericolo di contrarre il Coronavirus negli ambienti lavorativi. Su questo tema, che non ha mancato di suscitare allarme per le ipotesi di responsabilità da contagio sul posto di lavoro, l’avvocato Andrea Ferrario svolge un interessante approfondimento che fa chiarezza sui punti fondamentali della questione (pag. 58). Sempre al “passo coi tempi” anche l’articolo di Alessio Arbuatti che illustra i risultati raggiunti da uno studio scientifico sull’interpretazione della mimica facciale umana da parte del cane. Un tema molto interessante e particolarmente attuale, in quanto l’uso della mascherina imposto dal Coronavirus limita in modo significativo la possibilità per il cane di leggere i messaggi provenienti dalle espressioni degli esseri umani: vale la pena saperne di più (pag. 65). Da non perdere anche gli altri articoli di questo numero. A iniziare dall’intervista di Stefania Colasuono a Daniele Pecorella, Sales Manager di Chemi-Vit: tre pagine ricche di spunti e informazioni grazie alle quali conosceremo meglio la filosofia imprenditoriale che ha portato al successo questa dinamica realtà emiliana (pag. 9). Stefania Colasuono ci accompagna anche alla scoperta del mercato degli alimenti per gatti sterilizzati, un comparto che nel tempo è andato a segmentarsi in modo sempre più articolato e profondo (pag. 22). Nell’analisi del Rapporto Assalco- Zoomark 2020, Fabrizio Vallari traduce in un resoconto ampio e dettagliato i numeri che hanno fatto registrare l’anno scorso un andamento positivo del settore pet food: la XIII edizione del documento di riferimento per il settore in Italia ha infatti confermato un mercato degli alimenti cane e gatto in crescita tanto a valore quanto a volume (pag. 13). Sempre lo stesso autore, nella rubrica dedicata al Marketing Emozionale, ci introduce ai principi psicologici che sono alla base di un approccio proficuo e fruttuoso con la clientela (pag. 29). Ancora Marketing, ma questa volta digitale, con l’articolo di Silvia Bosio che svela tutti i segreti per produrre un contenuto di successo; grazie a una serie di tappe logiche scandite da esemplificative infografiche, scopriamo come proporre testi, foto e video agli utenti del Web in modo da ottenere l’effetto voluto con la nostra comunicazione (pag. 54). Per chiudere, un’analisi di mercato di Idealo, una panoramica sulle performance dei singoli segmenti di prodotto registrate dal commercio on-line nei mesi scorsi (pag. 62). E poi: razze canine e feline, piccoli mammiferi, ornitologia, acquariologia, e altro ancora.

Marco Moresco

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.