Editoriale

"Zoomark Made in Italy"
pettrend 10 2016

Se il nostro Paese riesce, nonostante tutto, a resistere a questa crisi mondiale (sarà anche poco ma il PIL ha ripreso a crescere) è certamente anche grazie al “ Made in Italy”, questo marchio che identificando un prodotto realizzato in Italia ne garantisce la creatività e la qualità. Made in Italy significa quindi una garanzia assoluta sui mercati internazionali, una certezza per il cliente di acquistare un prodotto esclusivo. Questo ci permette di esportare nel mondo accolti su tutti i mercati internazionali anche a prezzi mediamente più alti dei concorrenti potendo quindi ottenere una marginalità più elevata che permette ricerche, sperimentazioni, lavorazioni artigianali, ecc. che alimentano costantemente il nostro sviluppo commerciale. Abbiamo molti esempi nel settore alimentare, nell’abbigliamento, nell’arredamento, ecc. nei quali i produttori associandosi hanno creato strumenti di forza per affrontare insieme i mercati esteri uniti sotto la bandiera del Made in Italy. Purtroppo, e non è facile comprenderne i motivi, queste aggregazioni fra aziende italiane sono rare nel nostro settore. Se escludiamo l’Assalco, che da anni è riferimento associativo delle aziende italiane del petfood, mancano rappresentanze significative per gli altri comparti costringendo gli operatori a muoversi in modo individuale in ambito internazionale senza avere la possibilità di contare su esperti che siano in grado di affiancare le aziende nello sviluppo dei mercati esteri. Assalco si è proposta come riferimento non solo per le aziende del petfood ma per tutti gli operatori del settore cercando di essere rappresentanza anche per il settore degli accessori, dell’acquariologia, dei servizi. Zoomark International negli anni ha sviluppato nella sua crescita anche la qualità di fiera internazionale per il mercato degli animali da compagnia (non dimentichiamo che è la seconda per importanza in Europa dopo Interzoo) per il Made in Italy. Nelle ultime edizioni di Zoomark il numero di espositori è costantemente aumentato, sia per la presenza di aziende straniere sempre più numerose, sia per quella sempre più significativa di produttori italiani che propongono a Zoomark le loro novità a decine di migliaia di operatori che da tutto il mondo arrivano a Bologna per scoprire cosa propone il Made in Italy. Non solo per questo, ma forse soprattutto per questo, è necessario, se non essenziale, per una azienda italiana essere presente alla Fiera di Bologna alla 17a edizione di Zoomark International per non perdere l’occasione unica di proporre i propri prodotti ai circa 30mila (previsione azzardata?) visitatori che arriveranno da tutti i continenti per vedere le ultime novità del settore realizzate in Italia. Non essere presenti significa rinunciare ad un’opportunità che si riproporrà solo fra due anni, nel 2019. I momenti di crisi si affrontano impegnandosi ed investendo soprattutto quando capitano occasioni che ci permettono di allargare il nostro mercato a paesi fortemente in crescita per il nostro settore. Dobbiamo crederci, dobbiamo continuare ad esprimere uno sforzo che da anni, nonostante tutto, ci permette di essere un mercato in crescita. Per Interzoo, a Norimberga erano presenti 130 aziende italiane, un numero importante rispetto ai 1818 espositori totali. Quasi il 7,2%. Molte sono tornate abbastanza contente, altre decisamente insoddisfatte. Quasi tutte quelle che erano presenti in Germania si riproporranno a Bologna, convinte che sia quest’ultima la Fiera giusta per il Made in Italy. Qualcuna, dopo avere avuto un’esperienza poco positiva ad Interzoo, sta riflettendo se provare ancora l’esperienza fieristica. Bologna non è Norimberga. A Zoomark ci sono meno espositori e quindi è più raccolta e la visibilità è decisamente maggiore. E poi sono migliaia i visitatori che vengono soprattutto per il Made in Italy. C’è poco da riflettere quindi. Ci vediamo a Bologna e mi direte se non avevo ragione.

Antonio Manfredi

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.