Editoriale

"Zoomark: partner della vostra azienda "
pettrend 08 2015

Abbiamo letto con interesse un articolo apparso su Il Sole 24 Ore del 21 agosto sull’evoluzione che sta avendo il sistema fieristico italiano. Quello che ci ha fatto soprattutto piacere, a parte il titolo “Fiere, da affittaspazi a partner” che esprime in sintesi l’importante evoluzione del settore, è stato trovare piena condivisione sulle riflessioni espresse dall’autore Marco Morino e dagli intervistati relative allo sviluppo potenziale del sistema fieristico che, nonostante la crisi e la concorrenza di Internet, continua a crescere come numero di espositori e visitatori ma soprattutto in termini di volume d’affari concluso dalle aziende espositrici. Le stesse considerazioni che abbiamo avuto modo di apprezzare nell’articolo le avevamo già lette con soddisfazione nella relazione progettuale redatta da Promopet, società che gestirà le prossime tre edizioni di Zoomark e che si è posta obiettivi ambiziosi in termini di risultati basandosi sulla sua lunga esperienza nel settore e sui dati raccolti attraverso un’ampia indagine realizzata fra espositori e visitatori dell’ultima edizione della fiera del maggio scorso. Da questa indagine sono emerse esigenze e richieste da parte degli operatori del settore che saranno certamente tenute in forte considerazione già a partire dal 2017. Riprendiamo alcuni stralci dell’articolo a nostro avviso molto significativi: “Da semplici ‘affitta-spazi’ a partner globali e consulenti per il business delle aziende. In passato le fiere vendevano il metro quadrato e basta. Ora non è più sufficiente. Il sistema fieristico è chiamato ad un salto di qualità” per essere sempre di più il passaporto per l’industria italiana. Il sistema fieristico anche ai tempi di Internet resta uno strumento privilegiato per promuovere affari, aumentare clienti, sviluppare il mercato e agevolare i processi di internazionalizzazione delle imprese. Qualche dato: il 50% dell’export nazionale è generato da contatti creati durante momenti fieristici ed oltre il 75% delle imprese riconosce la fiera come il principale momento di sviluppo e comunicazione con i mercati potenziali. Nonostante questi ottimi risultati, ora serve però uno sforzo ulteriore, un ripensamento della propria mission. “Per un mercato come il nostro - dichiara Ettore Riello presidente Aefi - fortemente incentrato sulle Pmi, il supporto delle fiere per approcciare i mercati è vitale. Le fiere oggi devono essere non solo spazi in cui esporre ma sempre di più partner e consulenti per il business delle aziende, in grado di accompagnarle nella definizione di strategie e di supportarle concretamente nel presidio di mercati internazionali strategici”. Quindi le manifestazioni per essere sempre più interessanti per le aziende devono evolvere, innovare i format, sapere analizzare i mercati, offrire servizi aggiuntivi, assistere le vendite all’estero e supportare concretamente iniziative dirette a presidiare le piazze internazionali strategiche. Certamente per raggiungere questi obiettivi gli organizzatori di una fiera devono compiere sforzi significativi sostenuti da necessari investimenti. Promopet ha avviato da tempo questa trasformazione prevista già dalla prossima edizione (2017) di Zoomark certa di riuscire a poter esprimere numeri sempre più importanti anche per consolidare la sua posizione di seconda fiera internazionale del settore avvicinandosi magari ai valori che esprime Interzoo. Il ruolo di PetTrend, rivista di riferimento di Zoomark, sarà come sempre quello di tenervi informati su questa evoluzione nella quale non siamo stati semplici spettatori ma abbiamo avuto un ruolo da protagonisti evidenziando e sostenendo i suggerimenti e le richieste dei nostri lettori che ringraziamo per il sostegno ed il contributo che continuiamo a ricevere.

Antonio Manfredi

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.